Cities Changing Diabetes

Cities Changing Diabetes è un programma di partnership nato per rispondere alla drammatica ascesa (AVANZAMENTO / INCREMENTO?) del diabete negli ambienti urbani, che oggi ospitano due terzi delle persone con diabete.

 

Il programma si prefigge di modificare il trend ASCENDENTE del diabete urbano – il che si traduce nell’audace (AMBIZIOSO?) obiettivo che, entro il 2045, non più di 1 persona su 10 nel mondo debba convivere con il diabete.

 

Più di 100 partner locali – tra cui leader di città e ministri, mondo accademico, associazioni pazienti, assicurazioni sanitarie, associazioni di cittadinanza e grandi imprese – collaborano in modo interdisciplinare e attraverso nuove forme di partnership pubblico-privato per disegnare la mappa del problema diabete, per condividere le soluzioni e per promuovere azioni per modificare il trend del diabete urbano.

 

Il programma venne iniziato (è stato lanciato?) nel 2014 da tre partner globali: l’University College of London, lo Steno Diabetes Center di Copenhagen e Novo Nordisk.

 

Oggi sono partner attivi 15 (aggiorniamo a 17?) città, che rappresentano più di 100 milioni di cittadini: Beijing, Beirut, Buenos Aires, Copenhagen, Hangzhou, Houston, Johannesburg, Koriyama, Leicester, Mérida, Milano, Città del Messico, Roma, Shanghai, Tianjin,Vancouver e Xiamen.

 

In Italia, oltre a Roma e Milano, Bari, Bologna e Torino sono Advocate Cities del programma Cities Changing Diabetes.

 

Health City Institute è il partner italiano del progetto.

 

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a visitare il sito: citieschangingdiabetes.com

o a seguirci sui social media: Twitter (#UrbanDiabetes, @CitiesDiabetes), Fb, LinkedIn