Health City Institute

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, coerentemente con l’art.32 della nostra Costituzione, considera la salute diritto fondamentale dell’individuo e interesse della collettività, ritenendola anche un formidabile fattore competitivo per il Paese. In questo senso la salute è considerata indissolubilmente legata alla sanità di cui rappresenta un fondamentale, ancorché ovviamente non unico, determinante.

Il principio ispiratore: la salute nelle città come bene comune

 

La salute non é più solo un “bene individuale” ma un “bene comune” che richiama ciascuno ad adottare comportamenti virtuosi basati sul rispetto reciproco.

 

Il bene comune è dunque un obiettivo da perseguire sia da parte dei Cittadini, sia dei Sindaci e degli Amministratori locali che devono ergersi a garanti di una sanità equa e armonica, facendo sì che la salute della collettività sia considerata un investimento e non solo un costo.

 

L’organizzazione della città, e più in generale dei contesti sociali e ambientali contemporanei, è in grado di condizionare e modificare i bisogni emergenti, gli stili di vita e le aspettative dell’individuo, fattori che dovrebbero essere considerati nella definizione e nell’orientamento delle politiche pubbliche.

 

Si stima, infatti, che nei prossimi decenni la popolazione urbana rappresenterà il 70% della popolazione globale. In Italia il 37% della popolazione già risiede nelle 14 Città Metropolitane e il tema della salute s’impone come prioritario all’interno dell’azione amministrativa di mandato.

 

L’urbanizzazione e la configurazione attuale delle città offrono per la salute pubblica e individuale tanti rischi quante opportunità: se le città saranno ben pianificate, ben organizzate e amministrate coscientemente, le opportunità potranno superare i rischi.

 

Già la 1° Conferenza Internazionale sulla Promozione della Salute, riunitasi a Ottawa il 21 novembre 1986, invitava i vari livelli di governo (sovranazionale, nazionale, territoriale) a intervenire a supporto di strategie e programmi di promozione della salute nei diversi Paesi, nella consapevolezza che la promozione della salute richiede un’azione coordinata da parte di tutti i soggetti coinvolti e non solo dei sistemi sanitari.

 

Oggi le criticità possono essere comprese e risolte solo se si effettua un’analisi dei determinanti sociali, economici e ambientali e dei fattori di rischio che hanno un impatto sulla salute. Il rapporto tra salute, qualità della vita e ambiente è ormai un tema di centrale interesse per le scienze sociali, ambientali e mediche. L’aumento a livello globale dell’incidenza di malattie non trasmissibili quali il diabete è, infatti, da attribuire ai maggiori livelli di urbanizzazione, all’invecchiamento della popolazione, agli stili di vita più sedentari e alle diete alimentari non salutari.

 

Gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite connessi alla salute sono una priorità dell’Agenda 2030 dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

 

Oggi dobbiamo chiederci: nei prossimi decenni che aspetto avrà il Pianeta Terra? Sarà in grado di sostenere un incremento di oltre due miliardi di abitanti? Le nostre città come si evolveranno? I governi saranno in grado di rispondere alla crescente domanda di salute? Partendo dal presupposto che i margini di azione esistono e che il futuro non è già stato stabilito, occorre avere un approccio integrato per affrontare i problemi di salute pubblica. La città può offrire grandi opportunità di integrazione sostenibilie tra servizi sanitari, sociali, culturali e ricreativi.

Cosa s’intende per Urban Health

 

L’esponenziale sviluppo urbano cui il mondo ha assistito, e assiste, ha modificato profondamente lo stile di vita della popolazione e seguita a trasformare il contesto ambientale e sociale in cui viviamo molto rapidamente. L’urbanizzazione crea nuovi problemi: riduce l’equità, genera tensioni sociali e introduce minacce per la salute delle persone. La configurazione attuale delle città e, più in generale l’urbanizzazione, presentano per la salute pubblica e individuale tanti rischi ma anche molte opportunità. Dare vita a sinergie tra istituzioni, cittadini e professionisti in grado di migliorare le condizioni di salute e gli stili di vita delle comunità è la chiave di volta per far fronte a tali rischi, trasformandoli in opportunità.

Cos’è l’Health City Institute

 

Health City Institute è un “Health Tank” indipendente, apartitico e no profit, nato come risposta civica all’urgente necessità di studiare i determinanti della salute nelle città.

 

Health City Institute è costituito da un gruppo di professionisti, distintisi nel proprio campo di appartenenza, che lavorano a titolo puramente personale e pro bono per elaborare proposte attuali, fattive e d’impatto in grado di individuare le priorità sulle quali agire in tema di salute nelle città.

 

Health City Institute aggrega persone di massima integrità motivate da una forte passione civica provenienti dai mondi delle professioni, dell’industria, della finanza, dell’imprenditoria, dell’innovazione, della consulenza, dell’accademia, della pubblica amministrazione, della magistratura, della cultura, della scienza e dei media, mettendo le loro competenze al sevizio del Paese, delle Istituzioni e dei Comuni.

 

Alle Istituzioni Health City Insitute offre: un confronto con competenze diversificate (orizzontali, verticali e di sistema) e accesso a best practice comparate e globali; una controparte professionale animata da senso civico, credibile e indipendente, disposta a lavorare su specifici progetti e azioni mirate per la promozione della salute.

 

Health City Institute offre alle migliori energie intellettuali del Paese un’efficace piattaforma d’impatto sullo studio dei determinati della salute nella città.

 

Health City Institute conta su un network di livello internazionale, presente nelle 14 città metropolitane e nelle maggiori città italiane.

 

Health City Institute persegue: Valore, Indipendenza, Confronto, Impatto.

Valore

 

Health City Institute vuole aggregare persone di riconosciuta integrità e di comprovato merito che si uniscano all’organizzazione per un sentimento civico di contributo al miglioramento della salute nel nostro Paese.

I nostri gruppi di lavoro sono composti da esperti della materia di profonda esperienza e le soluzioni che vogliamo proporre rispondono alle priorità di salute del Paese e delle Città, e non di singoli gruppi o specifici interessi.

L’elaborazione delle soluzioni è un processo disegnato raccogliendo diversi punti di vista e, per quanto possibile, il parere delle Istituzioni. Le soluzioni sono e saranno pragmatiche, attuabili e di impatto misurabile, coerenti con il risultato dei diversi gruppi di lavoro e con i valori dell’Health City Institute.

Health City Institute intende attivare partnership nazionali e internazionali con soggetti pubblici e/o privati su progetti riguardanti la salute nelle Città, promuovendo le buone pratiche di salute nei contesti urbani dichiarate nel Manifesto.

Indipendenza

 

Health City Institute è apartitico e indipendente e non abbraccia dottrine economico-sociali o scuole di pensiero politico, economico, sociale e clinico: l’obiettivo è intraprendere azioni per migliorare la salute in Italia, partendo dalle città come luoghi di aggregazione delle esigenze dei cittadini in tema di salute e benessere.

 

Health City Institute persegue gli obiettivi dichiarati dall’OMS che definisce la salute “uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non la semplice assenza dello stato di malattia o di infermità” (1948).

 

La Carta di Ottawa (1986) per la promozione della salute in generale e nei contesti urbani in particolare indica quali priorità: la creazione di ambienti che consentano di offrire un adeguato supporto alle persone per il perseguimento della salute negli ambienti di vita e di lavoro, attraverso condizioni di maggiore sicurezza e gratificazione; il rafforzamento dell’azione delle comunità che devono essere adeguatamente sostenute per poter operare autonome scelte per quanto riguarda i problemi relativi alla salute dei cittadini che vi appartengono; il riorientamento dei servizi sanitari nella logica di renderli più adeguati ad interagire con gli altri settori, in modo tale da svolgere un’azione comune per la salute della comunità di riferimento.

 

Health City Institute lavora in sinergia con i mondi dell’accademia e con le associazioni che possano condividere in tutto o in parte la propria missione e/o i propri valori.

Confronto

 

I principali interlocutori di Health City Institute sono l’OMS, le istituzioni nazionali, internazionali e locali, le Università e i centri di ricerca; la collaborazione deve avvenire attraverso il dialogo e confronto e la creazione di una partnership culturale, scientifica e operativa.

 

Health City Institute intende coinvolgere la società civile traducendo in un linguaggio semplice e intellegibile l’impatto sociale delle proprie proposte in tema di miglioramento della salute negli ambienti urbani.

 

Il dialogo e il confronto di Health City Institute con le Istituzioni è leale, trasparente, coinvolgente, aperto e costruttivo.

Impatto

 

I membri Health City Institute dedicano il proprio tempo e impegnano le proprie competenze a servizio del Paese e delle Città per un impatto tangibile della propria azione sulla società, declinato come consapevolezza sociale, proposta di legge, sensibilizzazione politica, ricerca e studio o riforma vera e propria.

 

Health City Institute lavora sui diversi livelli decisionali, affinché le proposte posssano essere condivise e recepite, impegnandosi a creare consenso e a monitorarne l’impatto attraverso un Osservatorio permanente sulla salute nelle Città.